1 Impronta fashion revolution treviso eventi
Eventi

L’impronta della Fashion Revolution Treviso

Fashion Revolution Week è stata per la 1° volta organizzata sul territorio di Treviso in aprile 2021 grazie alla volontà di Silvia Mazzara e con la collaborazione di Sara Francesca Lisot (VIC), Roberta Raeli e Francesca Piovesan. Si ringrazia Roberta, autrice di questo post, e fondatrice del brand di moda etica RRARO Retrogusto Sartoriale

 

.

.

L’impronta di Fashion Revolution nel mondo

.

.

 

L’eco della Fashion Revolution Week risuona ancora forte, sebbene sia terminata.

 

Per l’edizione 2021 le parole chiave sono state #Diritti #Relazioni #Rivoluzione.Parole pregne e cariche di significato.

 

Da sempre Fashion Revolution si batte per una rivoluzione pacifica con un attivismo volto a dare dignità ai lavoratori, affinché le aziende ed i brand siano etici e sostenibili indirizzino la loro produttività verso una filiera sempre più trasparente e circolare.
Il movimento è nato dopo che nell’aprile del 2013 uno stabilimento produttivo crollò a Dacca, in Bangladesh, causando moltissimi morti e feriti e creando una profonda ferita in un paese già fragile.

 

Nel Rana Plaza, questo il nome dello stabilimento diventato tristemente noto, si producevano brand della Fast Fashion.
Carry Somers e Orsola de Castro, due designer inglesi dall’esperienze internazionali e dai profondi valori, unirono le loro forze per dire BASTA al consumismo imperante ed alla mancanza di rispetto nei confronti delle persone, dell’ambiente e anche di un profitto equo.
Così ogni anno in aprile, durante la settimana che segna l’anniversario del doloroso accaduto, si cerca di divulgare quelle che dovrebbero essere le regole di un’ industria della moda sana.

 

Dapprima sensibilizzando i brand taggandoli sui social e chiedendo loro “Who Made my Clothes?”.
Poi ,via via crescendo la community, si è iniziato a creare eventi ad hoc con argomenti come la sostenibilità, l’etica, la trasparenza, la circolarità.

E così da un evento di un giorno la (Fashion Revolution Day) la ricorrenza della fashion revolution è diventata di un’intera settimana (Fashion Revolution Week), ricca di eventi, talk, dibattiti, webinar ed eventi dal vivo.

Inizialmente in presenza, poi sempre più online fino ad arrivare a quest’anno in cui abbiamo avuto eventi in ogni parte del mondo e ad ogni ora del giorno dal lunedì 19 al sabato 25 aprile.

“Il movimento vuole essere il primo passo per una presa di coscienza di ciò che significa acquistare e produrre un capo di abbigliamento, verso un futuro più etico e sostenibile, nel rispetto dei lavoratori, del nostro pianeta e della forza creativa.”

Parola chiave in questo processo: #Consapevolezza.

La community oggi è formata da 111 paesi nel mondo e moltissime persone, a partire dai piccoli brand e artigiani fino ad arrivare a personaggi dello spettacolo, partecipano attivamente per rendere il messaggio più chiaro, efficace e potente.

.

.

.

.

Fashion Revolution Week in Italia

.

.

Scegliere cosa acquistiamo può creare il mondo che vogliamo: ognuno di noi ha il potere di cambiare le cose per il meglio e ogni momento è buono per iniziare a farlo!”

Queste le parole di Marina Spadafora, coordinatrice di Fashion Revolution Italia.

Marina designer e consulente di moltissimi brand internazionali, ambasciatrice per una moda etica, esperta in sostenibilità.

Marina ha preso in consegna il bellissimo compito di portavoce e responsabile del movimento ∫ ed insieme alla sua squadra forma il team del nostro paese.

Gli altri membri portavoce sono Chiara Ferrero, Virginia Pignotti e Matteo Ward.

Chiara è esperta in sostenibilità e specializzata in management della filiera produttiva.

Virginia ha lavorato fianco a fianco con Orsola de Castro ed oggi lavora come visual merchandiser per i brand e come rivoluzionaria il resto del tempo.

Matteo è imprenditore e co-founder del suo brand WRAD, nonché attivista, speaker e lancerà a breve la sua piattaforma indipendente e digitale dedicata alla cultura della sostenibilità con il suo #challengethestatusquo.

Fashion Revolution Italia ha creato sul sito www.fashionrevolution.org una mappa green, come strumento pratico per tutti i pro-sumer ( Professional Consumer ) segnalando tutti i brand etici, consapevoli e sostenibili del territorio italiano.

.

.

La Fashion Revolution Week a Treviso

.

.

In questa edizione 2021 della Fashion Revolution, ancora vincolata da restrizioni e limiti, causa covid, è nato a Treviso un brillante sodalizio.

Dalla proposta a fine 2020 di Silvia Mazzara @greenpersonalshopper di creare un evento per Treviso, all’incontro con noi di @veryimportantchoiceit e Roberta Raeli di @rraro_retrogustosartoriale è stato tutta un’escalation di ricchi scambi.

Nei mesi iniziali di questo strano anno abbiamo iniziato a contattare i nostri protagonisti ideali, coinvolgendoli nel nostro progetto.

É stato davvero entusiasmante vedere la partecipazione attiva e le connessioni virtuose che ne sono nate.

Da lunedì 19 al venerdì 23 abbiamo creato una serie di Live sui nostri canali Instagram portando in risalto diversi attori della nostra città nell’ottica di promuovere la sostenibilità, l’etica, il saper fare ed i valori di cui nostro territorio è davvero ricchissimo.

Abbiamo cercato di mostrare tutta la filiera moda, dalla vendita all’artigianato, dalla comunicazione alla produzione con il filo conduttore comune della sostenibilità, della trasparenza, del rispetto e del valore.

.

.

Lunedì

.

Lo Shopping Virtuoso a Treviso

Per iniziare la settimana siamo partite con tre location importantissime per lo shopping virtuoso nella nostra città.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by VIC ITALY (@veryimportantchoiceit)

.

.

Martedì

.

Il Saper Fare locale a Treviso

Nella nostra seconda giornata di Live abbiamo scelta di intervistare i rappresentanti di Brand 100% Made in Veneto e parlando con i designer abbiamo scoperto il loro modo di lavorare, di cooperare e dare risalto al territorio.

.

.

Mercoledì

.

Le voci della (r)Evolution

Giorno centrale per noi per parlare di comunicazione e divulgazione di cultura a 360 gradi con le nostre protagoniste

.

.

Giovedì

.

La Filiera Trasparente del trevigiano

Ultimo giro di Live fondamentale per capire dall’interno come operano sul territorio le aziende della provincia partendo dalle loro radici ma facendosi conoscere in tutto il mondo con progetti sostenibili, etici e sociali.

.

.

Venerdì

.

L’impronta di Fashion Revolution a Treviso

Ed ecco noi, co-organizzatrici di questa prima edizione della Fashion Revolution a Treviso! Insieme abbiamo definito la nostra settimana rivoluzionaria, riassumendo i nostri contenuti e tracciando un vocabolario comune delle parole più presenti nelle nostre live.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by VIC ITALY (@veryimportantchoiceit)

#Relazioni # #Trasparenza #Etica #Consapevolezza #Unicità #Onestà Intellettuale #Antifragilità #Persone #Territorio #Cambiamento #Diritti #Rispetto #r-evoluzione

.

.

Sabato

.

Artivism

La giornata conclusiva è stata coronata dall’interessantissimo evento di Artivism.
Nei mesi precendenti era nata una call to action per artisti, aspiranti, designer e chiunque volesse creare opere d’arte attraverso la propria espressione ideale di sostenibilità.
Il concorso è stato naturalmente organizzato da Fashion Revolution Italia in collaborazione con Fondazione Pistoletto e Cittadellarte.
Noi co-organizzatrici nella persona di Silvia abbiamo coinvolto attivamente il Liceo Artistico Statale di Treviso con la partecipazione della professoressa Elena Rizzardo.
Le classi partecipanti al progetto sono state molte e tanti i ragazz@.
Le creazioni sono state inviate ai responsabili di Fashion Revolution Italia che ne ha poi selezionato ben tre tra i progetti finalisti per la Mostra virtuale dell’evento di questa giornata.

L’opera vincitrice è di Anna Brugnera, classe 5B, indirizzo figurativo misto pittorico/plastico. Le opere selezionate per la mostra sono di Ottavia Salvadori, classe 5B, e Alice Furlan, classe 4F, indirizzo figurativo plastico/scultoreo.

.

Trovate i lavori dei ragazz@ in questo video meravigliosamente confezionato da Francesca Piovesan.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by VIC ITALY (@veryimportantchoiceit)

.

Artivism è una mostra digitale per ispirare artisti e creativi a dar voce e forma, attraverso l’arte, alla giustizia sociale e ambientale. Quaranta opere selezionate saranno visitabili nello spazio digitale IKONOSPACE fino a fine ottobre 2021, in un percorso guidato da Stella Stone, figlia di Marina Spadafora.

.

L’impronta di un territorio vivo e consapevole a Treviso

.

.

Ed ecco così conclusa la nostra Fashion Revolution Week di condivisione, di rete e di connessioni virtuose.
Tutte le dirette con gli ospiti intervistati sono visibili sui canali IGTV delle co-organizzatrici.

Qui si possono vedere le interviste con: Void, Mosca, Aliceful e Lanificio Paoletti.

Qui si possono vedere le interviste con: Flowerfede, Ginko Lab di Conegliano e Selina semplicemente PO.

 

Qui si possono vedere le interviste con: Officine Li Volsi, In Jey Dress, No Plastic Girls e Serica.

.

.

É stata una esperienza davvero arricchente, in termini di relazioni ed conoscenze, condivisioni e progetti.

Fare rete nel proprio territorio significa dargli valore e luce.

.

Servono sempre più nuove leggi che tutelino, proteggano e definiscano le filiere di tutte le aziende perché chi opera in modo equo e rispettoso possa continuare a farlo, a crescere portando i propri prodotti Made in Italy come risultato di percorsi dal valore inestimabile.

.

.

Siamo state onorate di raccontare Treviso e la ricchezza della sua provincia.

.

Nel frattempo stiamo già progettando la prossima Fash Rev Treviso! Stay tuned!!

.